Chi Siamo la nostra storia

Tutto è nato da una idea di Rosa Maria  Bianco…

Sono 43 anni  che lavoro e casualmente ogni 10 anni ho cambiato lavoro.  Stranamente ma dopo 10 anni che faccio lo stesso lavoro perdo ogni interesse ed ho bisogno di cambiare ed il ricominciare da zero mi dà una grande soddisfazione. (Mi da soddisfazione anche lottare nelle difficoltà !!)  Il mio primo lavoro (1972) è stato nel settore della nautica, ho lavorato come contabile per 11 anni nei “Cantieri Navali Vincenzo Catarsi di Cecina” dove costruivano la pilotina “Calafuria” famosissima in tutto il mondo. Poi nel 1983, stanca del lavoro di ufficio,  abbiamo comprato un  negozio di ferramenta, casalinghi, campeggio nel centro di Vada. Mi sono licenziata dal Cantiere e ho cominciato  a gestire la ferramenta io con 4 commessi + una segretaria. Mio marito lavorava  sempre nello stabilimento “Solvay ” dove producevano la Soda, ma nei momenti di libertà mi dava una mano in ferramenta.  Nel 1993 comprammo l’azienda agricola.  Ci fu la svolta nella vita di mio marito, si licenziò dallo stabilimento Solvay e cominciò a gestire lui la ferramenta. Io mi dedicai anima e corpo nella gestione dell’azienda agricola.
L’azienda era una landa di quattro ettari con una casa colonica in stile maremma  dei primi dell’800 mezza diroccata. In effetti  si cercava una struttura grande da poter utilizzare sia per la nostra abitazione sia come magazzino per la ferramenta che avevamo ancora nel centro di Vada. Il terreno non lo coltivavamo noi ma si dava in affitto e ci  seminavano grano.
Un giorno lessi qualcosa sui frutti antichi, fu il colpo di fulmine.
Volevo piantare i frutti antichi per conoscerli, tutti mi sconsigliavano, allora fu la sfida. Mi sono buttata a capofitto nella ricerca delle piante. Erano gli anni 90 e feci il diavolo a quattro per trovare le piante di frutti antichi. Nel 1994 internet non l’avevamo ancora (francamente non mi ricordo se gli altri ce lo avevano; noi no). Avevamo il computer per la gestione contabile e del magazzino della ferramenta, scrissi al computer le lettere alle Università di tutta Italia spedendole per posta, quelle Università dove c’era la facoltà di botanica.  In effetti andai  a caso ma mi risposero tutte, e scoprii con mio grande stupore che ogni facoltà in ogni Regione d’Italia aveva il suo campo con  le piantine dei frutti antichi, ad esempio il Trentino aveva tutta la collezione di mele antiche, la Sicilia aveva la collezione dei mandorli antichi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Riuscii così a fare un elenco  casalingo dei vari frutti antichi: peri antichi, meli antichi, peschi antichi, susine antiche, albicocche antiche. Poi  ho scritto nuovamente alle Università chiedendo  se collaboravano con dei vivai, mi hanno mandato gli elenchi dei vivai che producevano i frutti antichi e finalmente potei fare una scelta di quei frutti che potevo piantare nel mio terreno che in effetti era argilloso. Aiutata dall’agronomo  della mia associazione degli agricoltori abbiamo fatto le analisi del terreno e corretto il Ph con dei concimi, poi abbiamo fatto lo scasso del terreno con le ruspe e piantai oltre 600 frutti di varietà antiche e poi trovai anche il Biricoccolo che è un ibrido naturale fra il susino e l’albicocco, chiamato anche il frutto del Papa (vedi la storia del Biricoccolo nel settore nostre produzioni).

Feci contento anche mio marito che voleva gli olivi e piantammo anche 600 piante di olivo, feci il corso per sapere quale cultivar di olivo piantare, a che distanza, come potare il primo anno e poi come potare gli anni successivi e decisi che dovevo  rispettare il protocollo dell’IGP Toscano, Maurino, Moraiolo, Leccino, Frantoiano e il 10 % di Pendolino che serve per favorire l’impollinazione  degli altri olivi.

Una parte di casa serviva alla mia famiglia per vivere, l’altra metà serviva per magazzini. Avevo desiderio di fare un piccolo agriturismo, abbiamo concentrato i magazzini in un settore e negli spazi vuoti abbiamo realizzato le camere ed i saloni per l’accoglienza. Nel 1999 è nato l’Agriturismo le Biricoccole in onore di questo simpatico fruttino. Gli ospiti che incuriositi vengono a vedere ed assaggiare i frutti antichi…rimangono veramente a bocca aperta. Col tempo abbiamo deciso di raccogliere la frutta antica e produrre le marmellate. Le nostre marmellate di frutta antica hanno dei profumi che ricordano i profumi ed i sapori di quando eravamo piccoli.

Sono passati gli anni e l’azienda Le Biricoccole ha visto crescere i frutti, gli olivi,  oltre 2000 piante varie fra frangivento, alberi da ombra e fiori. L’agriturismo nella sua forma ricettiva è nato nel 1999 e subito ha avuto il suo sito internet e sempre di più si è “elettrizzato” come dico io, cercando di andare di pari passo con le innovazione tecnologiche, Tablet, Ipod… ma è molto difficile per la nostra generazione: ma ce la facciamo con grande sforzo…